SKOLICA – PARLO LA MIA LINGUA

 

Školica – PARLO LA MIA LINGUA

corso di lingua serba, per apprendere i rudimenti della lingua e dell’alfabeto serbo,
anche attraverso l’ascolto di letture in lingua originale

Per bambini da 5 a 10 anni

Per il progetto “Ho in Serbo una sorpresa per te” a cura di stART_art projects e Singidunum Onlus

sabato 11 novembre ore 17.00

Biblioteca delle Oblate, Via dell’Oriuolo, 24 – Firenze
Su prenotazione – ingresso libero
Ciclo di 8 incontri
Durata incontro: 30 min

Scarica il calendario completo

Se gli studi scientifici dimostrano che parlare correttamente almeno una lingua straniera giova a chiunque, perchè aumenta la capacità di apprendimento e la velocità di comprensione, per le seconde generazioni di migranti può essere fondamentale non perdere la lingua paterna o materna, e con essa le origini della propria famiglia. Attraverso Skolica – parlo la mia lingua i bambini avranno la possibilità di apprendere i rudimenti della lingua e dell’alfabeto serbo, anche attraverso l’ascolto di letture in lingua originale. Il libro di poesie PUTOVANJE KROZ SRBIJU di Simeona Marinkovic (Casa editrice Kreativni centar, illustrazioni di Marice Kicušic) costituirà così lo spunto per parlare delle città della Serbia con tradizioni e curiosità; attraverso i volumi AJVAR ALA SMAZALA di Gordana Simovic (Casa editrice Kreativni centar, illustrazioni di Jelena Pesic) e LEPO PISANJE di Srdjan Omerkovic, verrà introdotto l’alfabeto serbo – azbuka. Ciascun incontro vedrà la descrizione e la prova pratica di scrittura di tre lettere, oltre all’individuazione di oggetti e animali che iniziano con le medesime lettere.

Grazie alla collaborazione dell’Ambasciata della Repubblica Serba a Roma e il Consolato Onorario della Repubblica Serba a Firenze la prima parte del progetto – parlo la mia lingua sarà incentrato sulla lingua Serba. Il progetto sarà esteso e adattato ad altre lingue qualora e quando sarà richesto.

Durata incontri : 30 min.

Sabato 11 novembre, ore 17:00
“Недељама у новембру, неред је у Неготину…”

“Tutte le domeniche di novembrino, Fanno chiasso a Negotino…”

Sabato 2 dicembre, ore 17:00
“Разиграно, распевано, на Ртњу је јутро рано…”

“Giocoso, canterino, Su Rtagn è già mattino…”

Sabato 13 gennaio, ore 17:00
“Љути гурман љутеницу јео, још је љући на љуљашку сео…”

“Buon gustaio piccante mangiò, E tutto arrabbiato sull’altalena si lanciò…”

Sabato 3 febbraio, ore 17:00
“Сирогојно, старо село, изнад села стадо пасе…”

“Sirogojno, antico paesetto, Su in alto pascola il capretto…”

Sabato 3 marzo, ore 17:00
“У Убу су будни сви, успаванко, устани!…”

“A Ubo tutti si son alzati, Ninnananna è ora di svegliarti…”

Sabato 7 aprile, ore 17:00
“Ајвар ала смазала, у априлу са астала…”

“Ajvar dalla tavola, Ad aprile, mostro si magnò…”

Sabato 5 maggio, ore 17:00
“Ђурђевдан је, пролеће се рађа, око ђерма бокори ђурђевка…”

“La primavera a Giurgievdan nasce, Intorno a pozzo il mughetto cresce…”

Sabato 9 giugno, ore 17:00
“Летњим небом лете ласте, у авлији лоза расте…”

“Le rondini volano nel cielo estivo, Nel cortile prospera l’ulivo…”

 

Advertisements